Artista della Settimana: Fadà

Quando si ha a che fare con artisti che hanno piena coscienza di se stessi è difficile riuscire a non farsi contagiare dalle loro ammalianti auto-descrizione.

Infatti dovrebbero essere vietate ogni tipo di spiegazione della propria musica, perché se leggiamo ‘Pop asimmetrico conclusionato’ è ovvio che continueremo a sentire la musica di Fadà come se fosse esattamente pop asimmetrico conclusionato, e non c’è possibilità di uscirne.

La base di genere, quindi, è il pop, ma inteso principalmente come forza della melodia, del ritornello, del gancio che Fadà riesce a imprimere agli incisi; l’asimmetria è nel ragionamento compositivo, nessuna soluzione è ovvia o banale, stupisce sempre, o almeno tenta nell’impresa di soddisfare l’appetito dei golosi musicali sempre alla ricerca di qualcuno che sia in grado di spostare i confini del genere; conclusionato™ è un termine inventato da Fadà, inventato e praticamente diventato suo di proprietà, e lo rappresenta in maniera stupefacente in quanto compositore che vede la musica in maniera concreta, la rispetta e anche a volte se la utilizzata in modo istrionico, riesce sempre a dare una degna conclusione sia tecnica sia di racconto.

Decisamente per molti ma non per tutti, Fadà potrebbe essere un porto sicuro per gli amanti di Nobraino, Cristicchi, Velvet, i cantastorie, i rapper con aspirazioni canore, il folk da 1° maggio, Daniele Silvestri, il tutto con molte, molte idee in più.

Ecco la clip del singolo “La Donna Cervello“:

Fadà sul web:

 

Tags: , , , ,

Commenti Chiusi