Facebook Ads: sono davvero così efficaci?

Negli ultimi mesi molti esperti hanno dichiarato che Facebook sta perdendo appeal nei confronti degli inserzionisti che preferiscono investire in pubblicità su altre piattaforme online.
Il motivo è l’eccessiva dispersione dei contenuti che avviene sul social network più popoloso al mondo.
Così mentre le grandi aziende e le multinazionali stanno ripensando il budget da destinare alle casse di Zuckerberg, Facebook rimane un’ottima vetrina per la pubblicità mirata; oggi ospitiamo il contributo Stephen Carmichael, un musicista australiano che è riuscito a costruirsi una ottima reputazione online utilizzando tutti gli aspetti del web. Comprese le inserzioni.

..:::..

Come creare una campagna Facebook di successo
Ecco quattro semplici punti per chi di voi vuole investire dei soldi sulle campagne Facebook:

  1. Scrivete un messaggio breve, intelligente e piacevole – ma anche utile al vostro pubblico. Chiedetevi cosa potrebbe attirare click, compreso il vostro.
  2. Scegliete bene quale è il vostro target. Se la vostra musica è simile a un altro artista, per esempio Katy Perry o Madonna, provate a inserire questi interessi.
  3. Restringete il campo demografico. Cercate di capire se la vostra musica interessa ad una particolare fascia d’età, oppure più ai ragazzi che non alle ragazze, o altri campi che possano restringere il vostro audience.
  4. Location. E’ importante capire in quali stati, regioni o città dovete concentrare la vostra pubblicità; anche in questo caso potete restringere il target per informazioni più mirate.

Consiglio 1: se avete caricato musica su YouTube, potete utilizzare le statistiche dell’account come guida alla vostra campagna. YT vi dice chi sta guardando i vostri video, come vi hanno trovato, la loro età, se sono uomini o donne, etc. Queste sono esattamente le informazioni delle quali avete bisogno.

Consiglio 2: più riuscite a targetizzare il vostro pubblico, più la campagna avrà successo

 

Questo è efficace la pubblicità su Facebook?
Adesso voglio condividere con voi la mia esperienza con FB.

In passato ho realizzato alcune campagne; la prima volta non è andata bene, ho ricevuto moltissimi ‘click throughs’ ma non molti ‘like’. Questo perché non conoscevo molto bene il mio pubblico.
Poi ho prestato più attenzione e sono cresciuto come artista, ho iniziato anche a capire che tipo di persone stavano ascoltando la mia musica o guardando i video, così ho fatto delle scelte demografiche. Ho iniziato ad attivare varie campagne che sono andate molto bene raggiungendo un altissimo numero di persone con un piccolo budget.

E’ stato un successo? In termini di ‘like’ si, decisamente. L’incremento è stato velocissimo, ma in termini di qualità delle connessioni e conversazioni non altrettanto.

La maggior parte delle persone che cliccano ‘like’ sulla vostra pagina consulteranno qualche post, forse commenteranno un paio di volte, ma non di più. Sarete presto dimenticati e diventerete parte del rumore di sottofondo di Facebook; dovete riuscire a pubblicare notizie interessanti che i fan possano condividere.

 

E’ realmente un fattore di numeri? Ecco su cosa dovete concentrarvi.
I NUMERI NON CONTANO NULLA!
Quindi, i Facebook ads possono esser ottimi per aumentare i fan, ma è questo quello che realmente volete?

E’ l’interazione con i vostri follower, fan o amici quella che più conta. Vi consiglio di iniziare delle conversazioni uno a uno; presentare voi, la vostra musica; informarli su cosa state facendo e non fare assolutamente spam!

Questo modo di fare può portarvi via molto tempo, ma vale la pena. Fortunatamente i giorni in cui dominava MySpace sono lontani, al tempo ricevevo migliaia di messaggi da parte di artisti che al 98% erano spam.

Questo non è un gioco basato sui numeri, è un gioco basato sulle connessioni. Le persone vogliono conoscervi, ascoltare la vostra musica e la storia che c’è dietro. E’ molto meglio avere 100 fan con i quali sono riuscito a stabilire delle connessioni forti che non 1000 fan che ho racimolato in un paio di settimane con una pubblicità su Facebook.

..:::..

Il consiglio dell’esperto Zimbalam: “Scegliete l’icona adatta. Gli annunci su Facebook hanno una dimensione ridotta e gli utenti sono sottoposti ad una grande quantità di pubblicità, per cui scegliete un’immagine strettamente correlata al vostro annuncio, ma che sia anche capace di attirare la curiosità degli utenti, distinguendosi dalle altre”.

..:::..

Avete fatto pubblicità su Facebook o su altre piattaforme?

Utilizzate i commenti per condividere le vostre esperienze.

Tradotto e adattato da Fabrizio Galassi

Link all’articolo originale: http://www.musicthinktank.com/mtt-open/facebook-ads-are-they-really-that-effective.html

 

 

Tags: , , , , ,

3 Risposte a “Facebook Ads: sono davvero così efficaci?”

  1. Goyah says:

    ottimo articolo,

    l’ho testata su facebook proprio questa settimana. 7.80Euro per 26 like e più di 3000 click throughs, non male ma dispendiosa invece jango e youtube mi danno molte più soddisfazioni a costi ridotti, poi su youtube hai cmq un tornaconto con la partnership 🙂

    ciaooo

  2. Emanuele says:

    E sai chi se ne frega di Zuckerberg, chissa’ che affondi. e basta con le pubblicità a dismisura

  3. gold account says:

    Ah, i creativi! Dategli una pagina bianca e la riempiranno con un mondo inverosimile, lasciandoci a bocca aperta. Zuckerberg gli ha dato semplicemente un rettangolo bianco di dimensioni più abbondanti (850 x 314 pixel), e in pochi mesi è stato tutto un pullulare di copertine per decorarlo, da un angolo all’altro del pianeta, una più bella dell’altra. Prima di iniziare a lavorare alla cover della tua timeline, quindi, dai un’occhiata alle 40 proposte da NinjaMarketing o digita su Google “creative facebook timeline”. Ne vedrai delle belle.