Intervista ai conduttori di “Fantasy Factory” di Radio Capital

Fantasy Factory LogoCome saprete, quest’anno Zimbalam è main partner di Radio Capital per la terza edizione del CapiTalent, il contest realizzato dall’unica emittente radiofonica in tutta Italia che dedica uno spazio all’interno del suo palinsesto alla musica originale e alle cover rivisitate dagli artisti emergenti. Il CapiTalent sarà ospitato durante la trasmissione Fantasy Factory  in onda dal lunedì al venerdì a partire dalle ore 13.

Oggi conosciamo da vicino i conduttori del programma. Padroni di casa di Fantasy Factory sono Fabio Arboit e Giancarlo Cattaneo ai quali abbiamo voluto chiedere di raccontarci qualcosa che spieghi le emozioni e le sensazioni degli artisti in gara vissute dal loro punto di vista.


Che sensazione provate nel presentare gli artisti che partecipano al CapiTalent, il più delle volte totalmente sconosciuti al grande pubblico radiofonico?
Fabio: Per me è la terza edizione, la prima era dedicata solo alle cover, la seconda, quella del 2014 invece ha aperto le porte anche alle canzoni “inedite”; devo dirti che l’emozione il più delle volte non la sentiamo noi, ma si sente nelle loro performance. Ci mettono l’anima, cercano le sfumature delle versioni originali e in alcuni casi invece, le reinventano completamente con arrangiamenti davvero originali.
Le canzoni inedite, ripercorrono (e si sente) il loro gusto che si è fatto strada attraverso quello che hanno ascoltato, o a casa dalla radio, o grazie ai fratelli maggiori, o ai genitori o da qualche amico. Per noi è un vero piacere sentire che c’è ancora tanta voglia di ascoltare e di fare musica.

Quale pensate sia la reazione degli ascoltatori che ascoltano per la prima volta un brano originale o una cover rivisitata?
Giancarlo: Mi auguro sempre ci siano una buona apertura mentale e una predisposizione all’ascolto di qualcosa di differente dal solito; credo fermamente nell’attenzione che abitualmente la maggior parte degli ascoltatori di radio Capital riservano alla Musica, senza dover necessariamente fare una grande distinzione di generi o di musica di serie A o serie B.

Ascoltate prima i brani che saranno mandati in onda o vi lasciate il piacere di scoprirle assieme agli spettatori in diretta?
Logo_CapiTalent_180Fabio: Li ascoltiamo prima naturalmente, e ti dirò, lo scorso anno mi ero fatto una playlist sul mio iPad con nuove e cover, il livello era davvero alto e anche quest’anno farò la stessa cosa.

Vi è capitato di pensare che da questo contest potrebbe uscire il nuovo talento della musica italiana?
Giancarlo: Mi è capitato e mi capita di pensare di poter contribuire alla realizzazione del sogno di qualcuno, soprattutto il mio è un auspicio: la fruizione della musica è totalmente cambiata negli ultimi anni; auguro a tutti i partecipanti di utilizzare questa bellissima vetrina radiofonica per poter poi assecondare sempre più la propria passione… in ogni caso (anche se sembra scontato, ci credo fermamente) non bisogna mai mollare per spiccare il volo.

I finalisti saranno presenti all’ultima puntata della trasmissione, durante la quale verranno decretati i vincitori per le due categorie. Che aria tira all’interno dello studio tra i giovani che si giocano una importante carta per la loro esperienza musicale?
Fabio: Devo dirti, che lo scorso anno c’è stata una bella atmosfera, parlavano tra loro, si scambiavano complimenti e pareri, insomma un back-stage vero e proprio, poi certo, alla fine vince uno solo per categoria, ma così è la vita. Io mi auguro che per loro sia stata una pura emozione, non vincono un contratto discografico, ma hanno la possibilità di mettersi alla prova con la loro musica, di fronte ad un pubblico molto esigente: i nostri ascoltatori!

Cosa si aspettano da quei pochi minuti che li vedono protagonisti davanti a migliaia di ascoltatori?
Giancarlo: Lo scopriremo insieme; da parte mia posso solo basarmi sulle mie personali aspettative e le mie passioni: ogni volta credo sia un grande inizio, la giudico una immensa opportunità di poter aggiungere un tassello importante al proprio puzzle, un colore importante al proprio disegno.

Quest’anno Zimbalam offre la distribuzione digitale gratuita di una pubblicazione ai vincitori del CapiTalent. Molti sostengono che la radio stia perdendo strada rispetto ai servizi di streaming gratuiti o a pagamento e che presto sarà sovrastata così come le cassette e i CD sono stati sostituiti dai lettori mp3. Voi cosa ne pensate a riguardo?
Fabio: Io faccio radio da più di 30 anni e ti dirò, la musica ascoltata dalla radio ha un fascino pazzesco, lo dicono gli stessi artisti che la fanno. Mi è capitato di sentir dire a Jovanotti (a anche da altri): “ma come pompa il mio pezzo per radio”. Merito dei compressori… che riscaldano ancor di più le canzoni… quindi in poche parole, NO la radio avrà lunga vita… perché la radio consacra la musica.

Vi ringraziamo per il tempo che ci avete dedicato. Buon lavoro e tanta buona musica!
Giancarlo: Grazie a voi!

Fabio Arboit - Giancarlo Cattaneo

Ricordiamo che le fasi eliminatorie del CapiTalent andranno in onda a partire dal prossimo 20 aprile. Per l’alto numero di partecipanti in gara e per l’alta qualità dei brani inviati, l’organizzazione ha deciso di posticipare la data di partenza al prossimo 27 aprile per avere più tempo a disposizione nello scegliere i partecipanti alla fase finale del CapiTalent.

Naturalmente facciamo tanti auguri a tutti i partecipanti selezionati dalla redazione di Radio Capital e che incontreremo lungo il percorso verso la finale del CapiTalent in diretta radiofonica giorno 29 maggio.

Tags: , , , , , , ,

Commenti Chiusi